Caratteristiche

Tipologia

100% Pinot Grigio

Punteggio Sommelier

91

Si presenta di colore giallo paglierino carico. Il profumo al naso si esprime un bouquet che sprigiona fini aromi di fiore di tiglio, pera e banana. Il gusto al palato è pieno, equilibrato, ricco di estratti, caratterizzato da un finale di eccellente persistenza

Regione

Trentino-Alto Adige

Abbinamenti

Antipasti , Aperitivo , Pollame , Zuppe

ABBAZIA DI NOVACELLA PINOT GRIGIO ALTO ADIGE DOC

Annata

2021

 13,90

Disponibile

0 Persone che guardano questo prodotto ora !

Disponibile

Metodi di Pagamento:

Vite

Paese

Italia

Denominazione

DOC

Allergeni

Solfiti

Produttore

Abbazia di Novacella

Grado Alcolico %

13

Punteggio Sommelier

91

Annata

2021

Bottiglia

Formato

0.75 l

Tempo Servizio

10°-12°

Descrizione

Descrizione

ABBINAMENTI: Ottimo come aperitivo, si abbina ad antipasti leggeri, zuppe, pollame al forno

DESCRIZIONE ORGANOLETTICA: Si presenta di colore giallo paglierino carico. Il profumo al naso si esprime un bouquet che sprigiona fini aromi di fiore di tiglio, pera e banana. Il gusto al palato è pieno, equilibrato, ricco di estratti, caratterizzato da un finale di eccellente persistenza

AFFINAMENTO: Affinamento è di sei mesi

DESCRIZIONE VITIGNO: Allevati a 900 mt s.l.m. su suoli composti principalmente da depositi morenici permeabili

VINIFICAZIONE: Fermentazione e maturazione per due terzi in acciaio inox, per un terzo in botti di rovere. Vengono utilizzati lieviti naturali e selezioni

Informazioni sul marchio
Già al momento della sua fondazione nel 1142 l'Abbazia di Novacella possedeva vigneti che producevano le uve per la sua cantina. Qui la cultura del vino ha perciò quasi 900 anni. E questo significa che quella di Novacella è una della cantine in attività più antiche del mondo. Per secoli essa ha prodotto solo il vino necessario al fabbisogno dell'Abbazia. Nel tempo ha assunto però un ruolo trainante e oggi è ritenuta una delle cantine più rinomante dell'area vinicola dell'Alto Adige. Non siamo noi a dirlo, lo affermano i critici che hanno premiato spesso i nostri vini. E lo dicono gli amanti del vino di tutto il mondo. Le varietà bianche provengono dalle zone vitivinicole più a nord al di sotto delle Alpi. Qui, nel cuore delle Dolomiti, la viticultura raggiunge i suoi confini. In quasi 900 anni hanno imparato a sfruttare questa unicità. E ne traggono il massimo: l'eccellenza.