Caratteristiche

Tipologia

100% Carmenère

Punteggio Sommelier

88

Conte Emo Capodilista ha quindi salvato dall’oblio il vitigno Carmenere e ci dà la possibilità di assaporare un aroma antico, 2 mesi in barrique seguono 6 mesi in bottiglia gli conferiscono un colore rosso rubino acceso. Il profumo è fine, persistente, fruttato, gradevolmente vinoso e con sentori di more, mirtilli e spezie. il sorso è particolarmente intenso, sapido e piacevole

Regione

Veneto

Abbinamenti

Menu di pesce , Secondi di carne

PROGETTO RECUPERO CARMENERE IGT CONTE EMO CAPODILISTA

Annata

2016

Tag:

 15,90

Disponibile

0 Persone che guardano questo prodotto ora !

Disponibile

Metodi di Pagamento:

Vite

Paese

Italia

Denominazione

IGT

Allergeni

Solfiti

Produttore

Conte Emo Capodilista

Grado Alcolico %

12 , 5

Punteggio Sommelier

88

Annata

2016

Bottiglia

Formato

0.75 l

Tempo Servizio

16°-18°

Descrizione

Descrizione

ABBINAMENTI: Ben si adatta a tutto pasto anche fresco col pesce, ed esalta le sue caratteristiche in gustosi secondi piatti di carne

DESCRIZIONE ORGANOLETTICA: Conte Emo Capodilista ha quindi salvato dall’oblio il vitigno Carmenere e ci dà la possibilità di assaporare un aroma antico, 2 mesi in barrique seguono 6 mesi in bottiglia gli conferiscono un colore rosso rubino acceso. Il profumo è fine, persistente, fruttato, gradevolmente vinoso e con sentori di more, mirtilli e spezie. il sorso è particolarmente intenso, sapido e piacevole

AFFINAMENTO: Affina minimo 2 mesi prima commercializzazione

DESCRIZIONE VITIGNO: È un progetto di recupero delle vecchie vigne di carmenere dei Colli Euganei dell’azienda Corinaldi-Sgaravatti a Lispida

VINIFICAZIONE: Macerazione delle uve per circa 10 giorni. Maturazione è di alcuni mesi di affinamento in piccole botti di rovere

Informazioni sul marchio
L’azienda Agricola Conte Emo Capodilista produce vini di alta qualità apprezzati in tutto il mondo e premiati dalle più importanti guide di settore. Ai confini del Parco Regionale dei Colli Euganei e a pochi chilometri da Padova, La Montecchia da il benvenuto a coloro che desiderano organizzare degustazioni, soggiorni nel borgo medievale, nel castello o, eccezionalmente, nella cinquecentesca Villa Emo Capodilista che sovrasta i vigneti. La Montecchia è una località strategica per visitare le vicine città d’arte come Venezia, Verona,Vicenza e Ferrara. Gli ospiti potranno anche rilassarsi in piscina, passeggiare tra le vigne e approfittare delle speciali convenzioni con l’adiacente Golf Club La Montecchia, dove si trova anche il ristorante omonimo, stella Michelin, gestito dalla famiglia Alajmo. Il Conte ama molto le sue terre ed è orgoglioso di poter rinnovare la tradizionale ospitalità nei luoghi in cui da secoli la sua famiglia abita e lavora