Caratteristiche

Tipologia

100% Sauvignon

Punteggio Sommelier

92

Si prtesenta di un colore giallo paglierino dalle venature verdoline. Al naso l’olfatto si trova una complessità di aromi varietali di sambuco, pompelmo rosa, pesca bianca e foglia di pomodoro, frutta tropicale ed erbe aromatiche su fondo minerale. Al palato rivela una bellissima freschezza, ha grinta e ottimo equilibrio, rivelando un finale ammandorlato

Regione

Friuli Venezia Giulia

Abbinamenti

Crostacei , Piatti semplici mediterranei , Secondi di pesce

SCHIOPETTO SAUVIGNON DOC

Annata

2020

Tag:

 20,80

Disponibile

0 Persone che guardano questo prodotto ora !

Disponibile

Metodi di Pagamento:

Vite

Paese

Italia

Denominazione

DOC

Allergeni

Solfiti

Produttore

Schiopetto

Grado Alcolico %

13 , 5

Punteggio Sommelier

92

Annata

2020

Bottiglia

Formato

0.75 l

Tempo Servizio

10°-12°

Descrizione

Descrizione

ABBINAMENTI: Questo vino ama i piatti semplici della tradizione mediterranea, come un piatto di pasta alla norma, ma si abbina anche notevolmente con secondi piatti di pesce in particolar modo con i crostacei

DESCRIZIONE ORGANOLETTICA: Si prtesenta di un colore giallo paglierino dalle venature verdoline. Al naso l’olfatto si trova una complessità di aromi varietali di sambuco, pompelmo rosa, pesca bianca e foglia di pomodoro, frutta tropicale ed erbe aromatiche su fondo minerale. Al palato rivela una bellissima freschezza, ha grinta e ottimo equilibrio, rivelando un finale ammandorlato

AFFINAMENTO: Il vino riposa sui lieviti per circa 8 mesi in acciaio e termina l’affinamento con 5 mesi in bottiglia

DESCRIZIONE VITIGNO: Il vino Sauvignon nasce dalle vigne del Cru di Capriva, nucleo originario della tenuta Schiopetto, che gestisce vigneti anche nelle pregiate zone di Zegla, Pradis e Oleis. Il vitigno d’antica origine francese, ha trovato in Friuli le condizioni per esprimersi su livelli di assoluta eccellenza. Le splendide esposizioni soleggiate, protette dalle Alpi Giulie dai venti freddi del nord e mitigate dalle dolci brezze del vicino mar Adriatico si sono rivelate perfette per una lenta maturazione delle uve con aromi ricchi e intensi. I terreni di origine oecenica, caratterizzati dalla presenza di Flysh o “ponca” in friulano, derivanti da sedimentazioni di arenarie e calcari su antichi fondali marini, sono drenanti e ricchi di sostanze minerali

VINIFICAZIONE: Dopo la vendemmia manuale, si procede alla pressatura soffice con decantazione del mosto in assenza di anidride solforosa. La fermentazione avviene in vasche di acciaio inox a temperatura controllata e dura circa 10-12 giorni

Informazioni sul marchio
Mario Schiopetto nasce nel 1930, figlio di Angela e Giorgio, cresce nell’Osteria ai Pompieri di proprietà della famiglia. Nel 1963 Mario, guidato solo dal suo gusto e dall’amore per il vino comincia a dedicarsi alla produzione e nel 1965 produce il primo “Tocai” in purezza. Comincia così l’era del bianco friulano moderno che trasforma anche la concezione del vino bianco italiano. A Capriva tutto ebbe inizio, in quelle vigne attorno al Palazzo Arcivescovile che la Curia cedette a Mario con contratto d’affitto nel 1970: vigne che Mario rimise a nuovo e che diventarono di sua proprietà solo nel 1989 dopo anni di rimandi e di attese. Mario, consapevole del fatto che il vero bene e la vera forza dell’azienda sono la terra e la vite, ha saputo trasformare quelle terre vecchie e incolte in vigne curate nel dettaglio, ha lavorato duramente per rendere unici i suoi vigneti e per sfruttare il potenziale di quei terreni di ponca (tipica marna friulana composta principalmente da calcare e argilla).Nel tempo Maria Angela, Carlo e Giorgio, figli di Mario, l’hanno affiancato nella gestione dell’azienda portando avanti questo progetto con sensibilità e rispetto, con amore per la tradizione e autentica passione. Da aprile 2014 la proprietà dell’Azienda è della famiglia Rotolo ed Emilio con il figlio Alessandro in una mera ottica di continuità portano avanti intatta la missione e la filosofia produttiva creata da Mario.