Caratteristiche

Tipologia

100% Glera

Punteggio Sommelier

90

Si presenta di un colore giallo paglierino chiaro con tenui riflessi verdini. Al naso si caratterizza per bouquet di fiori bianchi, note agrumate, aromi intensi di frutta bianca e una sfumatura di mandorla fresca. Il perlage è fine e persistente. Al palato risulta fresco e sapido, con un sorso ben chiaro rotondo e un finale secco e armonioso

Regione

Veneto

Abbinamenti

Aperitivo , Crostacei , Piatti di pesce

VALDOBBIADENE PROSECCO SUPERIORE COL VETORAZ BRUT DOCG

Tag:

 14,40

Disponibile

0 Persone che guardano questo prodotto ora !

Disponibile

Metodi di Pagamento:

Vite

Paese

Italia

Denominazione

DOCG

Allergeni

Solfiti

Produttore

Col Vetoraz 

Grado Alcolico %

11 , 5

Punteggio Sommelier

90

Bottiglia

Formato

0.75 l

Tempo Servizio

6°-8°

Riconoscimenti

AIS

3/4 Tralci 2020

Stella Rossa Veronelli

3/3 Stelle

Luca Gardini

90/100

Descrizione

Descrizione

ABBINAMENTI: Si abbina come aperitivo, e con raffinati piatti a base di pesce e crostacei

DESCRIZIONE ORGANOLETTICA: Si presenta di un colore giallo paglierino chiaro con tenui riflessi verdini. Al naso si caratterizza per bouquet di fiori bianchi, note agrumate, aromi intensi di frutta bianca e una sfumatura di mandorla fresca. Il perlage è fine e persistente. Al palato risulta fresco e sapido, con un sorso ben chiaro rotondo e un finale secco e armonioso

AFFINAMENTO: Affina per almeno 1 – 3 mesi

DESCRIZIONE VITIGNO: Proviene dalle alte colline esposte a ponente, dove la maturazione è ideale per produrre questo vino spumante

VINIFICAZIONE: Una Pressatura soffice, decantazione statica, prima fermentazione in acciaio e rifermentazione secondo il Metodo Charmat o Martinotti per 30-40 giorni

Informazioni sul marchio
Col Vetoraz si trova a Santo Stefano di Valdobbiadene sulla sommità dell’omonimo colle, parte delle celebri colline del Cartizze. Ci troviamo sul punto più elevato dell’area del Cartizze a quasi 400 m di altitudine, da qui lo sguardo può riconoscerne l’intera area, delimitata ad est dalla località Fol e ad ovest dalla località Sacol. Su questa collina la famiglia Miotto si è insediata nel 1838, sviluppando fin dall’inizio la coltivazione della vite (Valdobbiadene DOCG e Valdobbiadene Superiore di Cartizze DOCG). La terra madre del Valdobbiadene DOCG e del Valdobbiadene Superiore di Cartizze DOCG si adagia tra le colline di Valdobbiadene, le montagne che le sovrastano danno un ampio riparo dai venti di settentrione, e si configurano come un immenso anfiteatro. La geologia del terreno e le profonde stratificazioni, ricordo di antichi mari scomparsi, sono l’origine di questi vini “gentili”