Caratteristiche

Tipologia

55% Corvina , 25% Corvinone , 15% Rondinella , 5% Croatina

Punteggio Sommelier

88

Si presenta di un rosso vivo granato e di gran tono. L’olfatto è premiato da sentori di bacca rossa che sconfinano nella ciliegia matura. Al palato denota grande morbidezza per un corpo particolarmente pieno e strutturato

Regione

Veneto

Abbinamenti

Arrosti , Carni grigliate , Formaggi di media stagionatura , Risotto ai funghi porcini

VALPOLICELLA RIPASSO SUPERIORE SARTORI DOC

Annata

2020

 9,90

Disponibile

0 Persone che guardano questo prodotto ora !

Disponibile

Metodi di Pagamento:

Vite

Paese

Italia

Denominazione

DOC

Allergeni

Solfiti

Produttore

Sartori

Grado Alcolico %

13 , 5

Punteggio Sommelier

88

Annata

2020

Bottiglia

Formato

0.75 l

Tempo Servizio

18°-20°

Descrizione

Descrizione

ABBINAMENTI: Si abbina perfettamente a primi piatti saporiti come risotto ai funghi porcini, carni grigliate, arrosti e formaggi di media stagionatura

DESCRIZIONE ORGANOLETTICA: Si presenta di un rosso vivo granato e di gran tono. L’olfatto è premiato da sentori di bacca rossa che sconfinano nella ciliegia matura. Al palato denota grande morbidezza per un corpo particolarmente pieno e strutturato

AFFINAMENTO: Dopo l’imbottigliamento il vino riposa per ulteriori 6 mesi

DESCRIZIONE VITIGNO: terreni argilloso-calcarei tra i 170 e i 250 metri slm, per lo più a pergola veronese

VINIFICAZIONE: Selezione delle uve nel vigneto, delicata pigia-diraspatura e fermentazione a temperatura controllata per 8-10 giorni. La caratteristica di questo vino è il successivo “ripasso” del sulle vinacce dell’Amarone. Durante questa seconda fermentazione il vino riceve dalle vinacce appassite parte delle caratteristiche che sono proprie dell’Amarone. Dopo la fermentazione malolattica inizia l’affinamento di circa 2 anni che prevede anche un passaggio in botti di medie e grandi dimensioni

Informazioni sul marchio
È il 1898 quando Pietro, uomo dalla grande personalità, acquista il primo vigneto e la villa, futuro quartier generale dell’azienda. Da allora il testimone passa al figlio Regolo, che fa dell’eleganza il tratto distintivo dei vini Sartori. A lui succedono Pierumberto e Franco, che con la loro lungimiranza compiono un ulteriore passo in avanti siglando l’accordo con la Cantina di Colognola ai Colli. Attraverso questo scambio di saperi tra padri e figli, cresce e si rafforza un’impresa che ha nell’apertura e nell’inclusione i suoi tratti distintivi. Fino ad arrivare ai giorni nostri, con l’attuale visione di Luca e Andrea Sartori. Il territorio della Valpolicella è ricco di specifiche bioclimatiche uniche che l’hanno resa una terra ideale per la produzione del vino. Una zona composta da un susseguirsi di colline e vallate, di cui fa parte anche Verona